banner incursioni

Volley: Efficienza Energia Galatina vs Shedirpharma Massa 0-3

Archivio video
gianfranco galluccioDa oltre sessant’anni in Italia è presente la Uisp (Unione Italiana Sport per Tutti). Una realtà italiana, a sostegno della cultura sportiva e attività motoria, che da tempo ha superato il milione  e mezzo di tesserati e che racchiude migliaia di associazioni, dirigenti, arbitri e atleti. Un mondo sportivo, quindi, ben consolidato, numerosi riconoscimenti istituzionali ricevuti nel corso della sua storia, ma che, tuttavia, in provincia di Lecce per qualcuno la Uisp è un movimento da ostacolare. Di recente, infatti, alla Lega di Motociclismo leccese è stato imposto, da altri soggetti sportivi e istituzionali, uno stop allo svolgimento della pratica sportiva che non trova motivazione  nei regolamentari. A tal proposito interviene Gianfranco Galluccio, presidente provinciale Uisp Lecce, al fine di fare chiarezza: “Tutto nasce dall’attività della Lega Motociclismo Uisp, la quale, facendosi carico delle aspettative di tanti amanti delle due ruote ha organizzato un circuito di manifestazioni legate al motocross. Tale impegno e conseguente attività ha sollevato un vespaio di gelosie ed invidie in primis da parte degli organi federali e, in ultima istanza, non sappiamo a che titolo da parte del Delegato Provinciale Coni di Lecce, che ha ben pensato di inviare un telegramma al Comune di Cutrofiano con dei contenuti palesemente difformi alle citate normative. La Lega Motociclismo – continua il presidente di Uisp Lecce - ha sempre organizzato attività nel pieno rispetto delle regole ed ogni eventuale attività agonistica di prestazione è strettamente legata ai propri fini istituzionali; infatti i settori di disciplina (Leghe) definiscono le norme di sicurezza da rispettare per l’organizzazione delle manifestazioni competitive, in ogni sua fase, omologando i campi gara attraverso il sopralluogo effettuato da un Tecnico Uisp. Successivamente al campo gara in regole con le norme di sicurezza viene rilasciata apposito Nulla Osta  che vale esclusivamente per lo svolgimento di attività motoristiche competitive organizzate sotto l’egida Uisp ed alle quali partecipano atleti/soci tesserati Uisp provvisti di regolare Licenza Uisp e Copertura Assicurativa Uisp. La Uisp, pertanto  -conclude Galluccio - con il suo variegato panorama di discipline ha tutto il diritto a far parte del mondo dello sport italiano. E’ bene, quindi, che qualcuno ne prenda finalmente atto”.

Volley: Efficienza Energia Galatina vs Shedirpharma Massa 0-3

Archivio video