delegazionelecce2019Assegnato il titolo di Capitale della Cultura, del progetto di Lecce 2019 non si sente più parlare, come se il lavoro svolto da cittadini e operatori nei due lunghi anni di preparazione si fosse, in pochi minuti, volatilizzato. Ma non è così, anzi: la quiete apparente di questi giorni è sinonimo di riflessione sul percorso compiuto fino ad oggi e di programmazione delle attività dei mesi futuri.


Infatti, sebbene la competizione abbia visto vincitrice la città di Matera, lo staff organizzativo porta avanti i propri progetti, per preservare il prezioso bagaglio di incontri, idee e creatività costruito in questi mesi. Gli stessi organizzatori sono sicuri che il percorso debba continuare nella direzione intrapresa, e non può, e non deve, arenarsi qui. Ne è convinta anche la Dott.ssa Valentina Valente, professionista del Terzo Settore e parte attiva dello staff di Lecce2019, che esalta il potenziale artistico, architettonico e umano della città, ponendo l’accento sul valore del Terzo Settore nella buona riuscita del progetto: in questi mesi «Sono state centinaia le realtà del territorio che hanno fatto sentire la loro costante presenza» afferma la Dott.ssa Valente «e in migliaia, tra soci e volontari di associazioni, enti e cooperative, hanno collaborato per la buona riuscita delle attività […]». I progetti in cantiere sono tanti, a partire da una serie di incontri pubblici pensati per ragionare insieme sul cammino percorso fino ad oggi. Inoltre, le recenti dichiarazioni del Sindaco di Lecce, Paolo Perrone, e del Sindaco di Matera, Salvatore Adduce, lasciano intravedere la possibilità di un impegno comune per il 2019, per sfruttare al massimo questa opportunità di crescita per l’intero Sud. Come dichiara la Dott.ssa Valente, nell’intervista integrale pubblicata su Il Galatino in edicola dal 31 ottobre, il cammino come territorio va avanti, con impegno e determinazione: resiste l’idea dell’Eutopia, della volontà di ridisegnare il futuro attraverso un cambiamento possibile, che parte e si sviluppa grazie al contributo di una classe politica propositiva e all’entusiasmo di ogni singolo cittadino.

Fast News

Archivio video