fiori a domicilioQualche tempo fa abbiamo trovato in un’edicola di Galatina delle splendide cartoline d’epoca che abbiamo pensato di usare per inventare il gioco “Fiori a domicilio”, ambientato nel 2020, all’epoca del coronavirus, quando molte consegne si facevano a domicilio, perché le persone non potevano uscire di casa liberamente. Se volete giocare con noi, accomodatevi e leggete questa storia.

favole al telefonoIn questo tempo sospeso di quarantene e limitazioni fioriscono le idee per condividere l’isolamento e renderlo meno pesante, soprattutto ai bambini, impossibilitati ad andare a scuola. Nell’anno rodariano Aurelia Cipollini e Marzia Quartini de “L’arcolaio” hanno sviluppato un progetto che prende il nome dall’omonimo libro di Rodari: “Fiabe al telefono”, perché dicono “sono le storie che ci uniscono e che ci fanno sentire un po' più vicini e un po' meno soli”. Le fiabe di Rodari erano raccontate da un padre lontano per

carte memoryAbbiamo inaugurato nello scorso numero il filo “Coltiviamo la città” con Daniela De Santis per curiosare nelle campagne. Abbiamo unito foto e disegni, creando le carte di un memory tutto per voi, che potete scaricare. Dovete solo ritagliarle e incollarle su cartoncini. Avrete tra le mani mandorli già in fiore, campi di grano di un verde brillante, la Catalogna di Galatina, comunemente detta Cicoria

ibbyLa biblioteca IBBY per bambini ed adolescenti di Lampedusa nasce nel 2012 da un progetto ideato e promosso da IBBY Italia in collaborazione con Ibby International e i servizi educativi-Laboratorio d’Arte del Palazzo delle Esposizioni di Roma con l’obiettivo di creare una selezione di silent book, ovvero libri senza parole, pubblicati in tutto il mondo. Al momento la biblioteca raccoglie oltre 300 albi provenienti da tutto il mondo.

pictureokTorna dal 24 al 26 gennaio presso il MUST di Lecce il Picturebook Fest. Festival dell’arte e della letteratura per ragazzi. L’appuntamento attesto da ragazzi, docenti, librai, editori, illustratori è occasione di riflessione sul mondo dell’editoria per bambini con workshop tematici che indagano il mondo degli albi illustrati e dell’infanzia, tra arte e letteratura.

concerto tuglieIl concerto "Dal nuovo mondo al nuovo anno" che andrà in scena presso il teatro comunale di Tuglie, domani 5 gennaio alle ore 17.00 vedrà esibirsi l'Orchestra Sociale Musica in Gioco, diretta dal maestro Andrea Gargiulo. Il concerto dell’orchestra sociale e inclusiva terrà a battesimo il progetto della nascente orchestra Musica in Gioco di Tuglie, intitolata a Renata Fonte. L’Associazione “Flow Libere Espressioni” presenterà in collaborazione con il CIID (Centro interuniversitario per l'innovazione didattica) dell'Unisalento il progetto, che darà la possibilità ad almeno 20 bambini e ragazzi, anche in area disagio e/o con diverse abilità di imparare a suonare gratuitamente uno strumento musicale e a vivere, grazie alla didattica reticolare MusicaInGioco, un'esperienza sociale e comunitaria che permetterà di coniugare gioco e legalità, musica e inclusione. Al concerto

festival rodarianoIl Festival Rodariano Elogio della cicala, ideato dall’Associazione culturale “Helianthus” di Galatina insieme alla book blogger Paola Bisconti in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari, si svolgerà nei pomeriggi di sabato 14 e domenica 15 dicembre nel centro storico di Galatina, con il patrocinio dell’Assessorato alle Attività produttive e turismo. Il primo appuntamento di sabato 14 dicembre, alle ore 16.00, vedrà le promotrici dell'iniziativa accogliere bambini e adulti in piazza San Pietro per poi muoversi per il centro storico fino alla chiesa di Santa Caterina, lungo un percorso decorato con i disegni realizzati dagli allievi dei tre poli scolastici della città.

pupillaDi campagne di promozione della lettura ce ne sono tante. Quella che si è appena conclusa, organizzata dall’Associazione Italiana Editori, ha dato ossigeno alle biblioteche scolastiche, per ora con il sostegno delle famiglie. Il contributo degli editori arriverà in seguito e si spera che i titoli siano scelti con la stessa premura con cui i genitori, nel loro piccolo hanno scelto e vagliato i libri da mettere in mano ai loro figli. Anche i librai, nella nostra città, hanno fatto la loro parte. Sì, perchè oggi aprire una libreria è una scelta che comporta sacrificio e si basa sulla volontà di far crescere culturalmente e socialmente un territorio. Le parole di Chiara Sergio sono la testimonianza appassionata di questo impegno.

Fast News

Archivio video