favole al telefonoIn questo tempo sospeso di quarantene e limitazioni fioriscono le idee per condividere l’isolamento e renderlo meno pesante, soprattutto ai bambini, impossibilitati ad andare a scuola. Nell’anno rodariano Aurelia Cipollini e Marzia Quartini de “L’arcolaio” hanno sviluppato un progetto che prende il nome dall’omonimo libro di Rodari: “Fiabe al telefono”, perché dicono “sono le storie che ci uniscono e che ci fanno sentire un po' più vicini e un po' meno soli”. Le fiabe di Rodari erano raccontate da un padre lontano per

lavoro a sua figlia prima di andare a dormire. Leggerle è già un piacere, ma con questo progetto, ogni martedì ed ogni giovedì, chiamando dalle 17 alle 19 il numero 3491884928, si potrà anche ascoltarle al telefono. Le fiabe hanno una durata variabile dai 3 ai 6 minuti. Seguite la pagina fb "L'arcolaio" per essere aggiornati. Se avete perso una fiaba basterà mandate un messaggio allo stesso numero per essere inseriti in un gruppo wa a cui verranno inviate le registrazioni! Il servizio è gratuito, perciò ancora più meritoria di attenzione l’iniziativa.

Fast News

Archivio video