il nastro rosso ridCi sono storie che non sono scritte, eppure esistono e legano come un nastro rosso i passi, i giorni, le persone, i luoghi i desideri, i destini. C’è un nastro rosso attorno al busto del poeta nella piazza principale, che è quasi la firma della speranza di ritrovare un padre, salda radice dell’identità rom e germoglio aperto alla speranza di un futuro che può piegarsi alla volontà di una bambina caparbia. Kebarie, Kedi per i compagni di scuola, non si arrende ai pregiudizi degli sloveni, secondo cui è sporca, ladra, ignorante. Lotta con le lettere di una lingua straniera che ballano sul foglio, con i quaderni impolverati, con i rimproveri della maestra Erika, con la voglia irrefrenabile di ballare, anche in classe. Nonostante ciò può affrontare il mondo intero, lei, certa che un giorno diventerà una principessa, non una delle storie tradizionali, ma una principessa rom che “sa brandire un’arma e camminare sui carboni ardenti senza bruciarsi le piante dei piedi”.

storia di una valigia ridNuria Parera, autrice e sceneggiatrice spagnola, ci regala con “Storia di una valigia”, Beisler editore, un’Odissea moderna, in cui la storia entra prepotente nei destini degli individui, senza però riuscire a soffocare la speranza e la fiducia in un futuro migliore.

Il racconto ha inizio ai primi del Novecento in una valle dei Pirenei, con Magì che affida a sua figlia Maria una valigia, confezionata con le proprie mani, come regalo di matrimonio. Maria porta con sé la valigia e da questo momento inizia, grazie a questo umile bagaglio, una staffetta. All’inizio custodisce insieme alla erbe medicinali di Maria, operaia nelle industrie tessili, la sua nostalgia di casa. Poi passa nelle mani di Salvador, capace di incantare con la macchina da presa i bambini che incontra viaggiando di villaggio in villaggio con la sua bici. Nelle sue mani si riempie di sogni e stupore,

gli zoccoli delle castagne copertina ridTempo degli adulti e tempo dei bambini nella società odierna sono spesso divisi, quasi sempre per necessità sociali, non di rado per scelta. Il tempo libero dei genitori, infatti, non coincide necessariamente con quello dei figli; non è un momento condiviso, ma uno spazio sottratto agli impegni lavorativi e alla cura parentale, una parentesi di relax del tutto personale. Il tempo dei bambini è tempo diviso tra interessi, corsi pomeridiani, impegni extrascolastici. In questa parcellizzazione del tempo la relazione educativa si frammenta e si diluisce in una varietà di contesti formali e informali, in cui gli adulti non sempre agiscono in modo sinergico e integrato, ma operano in ambiti circoscritti e autoreferenziali. Non era così nella civiltà contadina, in cui il tempo era sempre condiviso, anche quello del lavoro in campagna, e la comunità educante operava dentro e fuori dalla famiglia, grazie al contributo di tutti. “Gli zoccoli delle castagne” di Barbara Ferraro, Edizioni Read Red Road racconta il tempo della raccolta delle castagne in Calabria, visto dalla prospettiva di Lina, una bambina

leggere liberi ridNel mese di ottobre, dedicato alla festa dei lettori, vi presentiamo "Mister Black" e "Storia funambola", due libri che giocano a ribaltare gli stereotipi legati al mondo della fantasia, popolato di personaggi stanchi di essere imprigionati nel loro ruolo, alla ricerca di spazi di libertà. In “Mister Black” (3-6), albo di Catalina Gonzàlez Vilar e Miguel Pang, Camelozampa, il povero vampiro nasconde un inconfessabile segreto. Renderlo noto,

rodari ridIl 100° compleanno di Gianni Rodari a Leverano, Veglie e Salice Salentino sarà festeggiato insieme all'Associazione Presidi del libro. Nessun rinvio, quindi, solo un adeguamento alle norme covid senza rinunciare ai festeggiamenti per il grande Maestro della Fantasia sia in streaming che dal vivo. Si inizia venerdì 23 ottobre, il giorno del Centenario, con un piccolo momento in diretta streaming per celebrare questa importante ricorrenza. Protagonisti saranno la voce e le parole di Rodari, i suoi scritti e i

natura il cornice ridDopo le visite guidate e le attività nella foresta urbana di Lecce, nel Salento megalitico e nel parco della poesia di Sogliano, il progetto "Incursioni" Percorso partecipato per l'educazione al paesaggio, torna con un nuovo appuntamento: "Natura in cornice". Domenica 4 ottobre alle ore 9.30 partirà da piazza Alighieri un trenino con famiglie, destinazione Masseria Latronica e campagne circostanti, per un'escursione guidata nella natura alla scoperta delle architetture rurali a secco. Seguirà un laboratorio per bambini mirato ad educare lo sguardo sul paesaggio, inteso come opera d'arte da incorniciare al pari dei capolavori nei musei.

Evento gratuito Prenotazioni 3737238869

rea ridCi sono incontri che lasciano il segno, sotto forma di figure dipinte, quelle che fanno i bambini, ricche di significati. Come quei segni impressi sulle pareti delle caverne disseminate nel ventre della terra, anche qui da noi nel Salento, nella Grotta dei Cervi di Porto Badisco, un fiordo che avrebbe attratto anche Enea fuggiasco. Quelle incisioni rispecchiano il mondo dell’uomo preistorico con le sue paure e i desideri rispetto ad un mondo circostante di pericoli veri o temuti. Possiamo capirlo se scaviamo nell’inconscio dei bambini, ed Emma Margari lo fa con un progetto di solidarietà che coinvolge l'artista Andrea Mariano.

mondo di oz ridContinua la rassegna teatrale per bambini nel Rione Italia di Galatina. Dopo il grande successo della prima tappa della rassegna “Alice nel paese di Riciclandia”, il prossimo 11 luglio andrà in scena un altro fantastico spettacolo teatrale con pupazzi giganti manovrati a vista da due attori burattinai. Una nuova sfida per la Compagnia Teatrale “Teste Di Legno” di Biagio Tabella e Carolina Monti. Lo spettacolo, offerto da “Virtus Basket Galatina” e “Quelli di piazza San Pietro 2.0”, sarà gratuito.

Fast News

Archivio video