eteronimieUn tocco di originalità, comunque, lo si può ben trovare in questi ragazzi che corrispondono al nome di VieuxCarre’ e che comprende, almeno per questa seconda produzione, Alessandro Bartolucci alle tastiere, Federico Barbieri alla batteria, Filippo Zelli alle chitarre, Marco Rimbaldi alla voce e Nicola Palladino al basso.

Add a comment

enrico bevilacquaGroove ed atmosfere tra Miller e Notorius B.I.G. rendono l’esordio di Enrico Bevilacqua qualcosa di diverso dal solito tran tran musicale.Era ora che qualcuno si decidesse a farlo.

Brooklin, album d’esordio di Enrico Bevilacqua, pubblicato nel 2016, è davvero un lavoro considerevole sia sotto il profilo musicale che sotto quello dei musicisti coinvolti. Si perché gli “ospiti” internazionali di cui Bevilacqua ha usufruito in sala d’incisione,  hanno dato al lavoro un maggiore spessore a quell’idea che, già dir per sé, era tutta un divenire.

Add a comment

frances p no regrets 01No Regrets è l’EP d’esordio della giovanissima Frances P, nome d’arte dietro cui si cela la cantautrice Francesca Piras, una voce black accompagnata da una chitarra acustica. Lavoro in bilico fra l’R&B e il soul, fra brani più aggressivi ed altri più soffusi, “No Regrets” è registrato interamente in acustico, voce e chitarra, con sovraincisioni minime con l’obbiettivo di puntare all’essenzialità, all’emozionalità della esecuzione live, da buona tradizione blues. «Ho voluto mantenere la semplicità con cui ho composto le canzoni in camera mia. Ho deciso di registrarlo da una faccia già amica, Andrea Cutri, una persona di cui mi fido ciecamente, un professionista del settore». 

Add a comment

copertina giò 320x320Il cantautore udinese sembra essere con questo esordio alla ricerca di un sacro gral. La strada intrapresa pare buona e lo confermano alcuni passaggi di questo disco. Sarà, ma qualcosa prima o poi Succederà. Ci hanno scommesso due etichette…e non è poco.

Succederà è l’esordio discografico del cantautore di Udine, Giò, che arriva al debutto dopo una gavetta non indifferente. Sei tracks capaci di spaziare tra un pop rock altalenante ed un cantautorato che mantiene ben salde le sue radici nella scuola italiana.

Add a comment
220px pfm1Dopo la vittoria del prestigioso premio come “Band internazionale dell’anno” ai Prog Music Awards UK 2018, per celebrare 48 anni di successi in Italia e nel mondo, il 19 ottobre uscirà (per InsideOutMusic/SonyMusic), la raccolta completa di PFM – Premiata Forneria Marconi. Un Hardcoverbook in 4 cd ricco di musica, storie e immagini inedite. Add a comment

Le Sfere In Movimento sono quelle che ci propone un’artista che ha alle spalle una vasta esperienza musicale ma che con questo disco fa capire dove è capace di arrivare. Ascoltare per credere.

rose moving spheres Ci sono dischi che non ti dicono niente, dischi che ascolti solo una volta e li riponi nello scaffale e ci sono dischi che non smetti mai di ascoltare anzi, sono sempre lì a portata di hi-fi; dischi che scruti, analizzi, ne senti l’odore, li tocchi perché sai che il tocco di un vinile lascia l’odore sulle dita e vorresti che con quel tocco la musica ti penetrasse attraverso i pori della pelle fino a farti esplodere il cervello.

Add a comment

aléxein mégasIspirato da artisti quali Bonobo, Nicolas Jaar, Jan Blomqvist, Musee Safri Duo, The White Bird è il primo album da solista di Aléxein Mégas, un disco che si caratterizza per un mix di sonorità elettroniche ed orchestrali che contribuiscono  a formare una produzione molto vicina ai concept album. L'uccello bianco, protagonista dell'intero lavoro, vuole rappresentare lo stato emotivo e mentale di un individuo che, metaforicamente imprigionato in una gabbia, affranto dalla noiosa sistematicità di una vita piena di vincoli sociali, cerca una via di fuga al fine di essere libero.

Add a comment

il bastardoCon una rilettura delle strutture più classiche del rock Simone Piva ed i Viola Velluto fanno ricredere anche i veri bastardi dentro

Quando mi hanno proposto la recensione di questo “Il Bastardo” di Simone Piva & I Viola Velluto, da un certo punto di vista sono rimasto un po’ scettico poi, il mio amico Alessandro mi ha convinto a riascoltarlo ed io l’ho fatto diverse volte, credetemi, e devo essere sincero perché mi sono ricreduto sulle prime impressioni che il disco mi aveva fatto.

Add a comment

OPEN OUR EYES, NOW!

Archivio video
baccassino
locandina distory 
diretta galatina 2000 4