porcospinoE' stato pubblicato per la Chinasky Edizioni nella collana Voices il libro di Enrico Rocci "Il Culto dell'Albero Porcospino - Storia, sproloqui e ricordi dei Porcupine Tree", primo libro su questa band, e sul suo carismatico leader Steven Wilson, che ha saputo creare, in barna a qualche detrattore, un sound unico che ha influenzato il rock psichedelico e progressivo degli ultimi venticinque anni.
Add a comment

copertinaDicono che nel meridione ci siano poche cose buone. Ma se per un attimo pensiamo alla musica forse è appena il caso di dire che di cose buone, invece, ne vengono sfornate molte … e tante. La Taranta non è più il solo simbolo di questa terra dimenticata perché quando si parla di Puglia si parla solo ed esclusivamente delle poche cose che non vanno, come la xlella; eppure alla gente di questo sud non manca in particolare la creatività.

Add a comment

candiceMercoledì 23 maggio (ore 21- ingresso libero) alle Manifatture Knoss di Lecce è di scena Candice Gordon, artista irlandese la cui musica si muove tra post punk e ruvido garage rock. Dopo tre singoli e l'ep "Before the Sunset Ends" prodotto da Shawn Mac Gowan (The Pogues), lo scorso autunno ha pubblicato il suo album di debutto "Garden of Beasts" che sta portando in tour in tutta Europa. 

Add a comment

canaliVenerdì 18 maggio (ore 21 - ingresso gratuito) sul palco del Castello Volante di Corigliano d'Otranto, in provincia di Lecce, arriva Giorgio Canali con il concerto in solitaria #RossoSolo, un appuntamento targato UASC e realizzato con il sostegno della Regione Puglia - Programma straordinario 2017 in materia di spettacolo.

Add a comment

parco lambroCon un disco registrato tutto in presa diretta i Parco Lambro piombano nel panorama musicale italiano mostrando già da questo primo lavoro di che pasta son fatti. Finalmente qualcosa di buono si muove tra psichedelia, jazz ed incursioni sonore diverse. Ne vedremo delle belle.

Un disco autoprodotto e tutto in presa diretta. C’è poco da fare, questo esordio dei Parco Lambro è un’ottima premessa di quanto potrà accadere in futuro. Bene ha visto l'etichetta MUSIC FORCE  perchè dal cd che è in ascolto si capisce come questa band sia in grado di fondere al bel rock prodotto tanta di quella sonorità jazz che ha reminiscenze lontane.

Add a comment

immagine 027Ci sono alcune malattie che non puoi sconfiggere, né se sei una persona semplice, una persona ricca, o povera. Quando giunge il momento la morte non guarda in faccia nessuno. Ma ci sono momenti in cui la dama nera porta via anche quelle persone che hai avuto modo di conoscere ed apprezzare in occasioni del tutto particolari come è capitato a me che ho avuto la fortuna di conoscere Giancarlo Susanna, con cui ho poi continuato ad avere uno stretto rapporto di amicizia tramite i social network o alcune telefonate di lavoro. Giancarlo è stata una delle firme più stimate del giornalismo musicale, sempre attivo nel proporre nuovi ascolti, o vecchi percorsi che lo hanno sempre affascinato.

Add a comment
muffxAbbiamo incontrato per una piacevole chiacchierata Luigi Bruno leader dei Muffx che, come ci svela in questa nostra intervista, dopo L’ora di tutti tornano a lavorare su un nuovo concept album.
L’ora di tutti” è il quarto lavoro in studio dei salentini  Muffx,  uscito per Blackwidow records. La band guidata dal cantante e chitarrista Luigi Bruno (leader della Mediterranean Psychedelic Orkestra, fondatore del Collettivo Sbam e della Ill Sun Records e ideatore della Sagra del Diavolo) e completata da Alberto Ria (batteria), Mauro Tre (tastiere e synth) e Ilario Suppressa (basso), propone un concept album strumentale liberamente ispirato all’omonimo romanzo (uscito nel 1962 per Bompiani) di Maria Corti ambientato durante l’invasione Turca nel 1480 a Otranto. Add a comment
solchi sperimentali kraut7 185x300Il mare magnum delle “musiche altre” espresse nella Repubblica Federale di Germania nel quindicennio preso in esame in questo libro  (1968 – 1983) , e spesso impropriamente definito come “krautrock” , è la plastica dimostrazione di come un fermento artistico “periferico” rispetto ai centri maggiori di diffusione, possa negli anni rivestire copiosa influenza allorquando riesca ad esprimere se stesso, sfuggendo da fenomeni imitativi o da complessi di inferiorità. 
La Germania ancora dilaniata degli anni di questa esplosione creativa ha saputo evincersi dalle proprie tensioni e difficoltà e crearsi un altrove espressivo possibile, conquistando un posto stabile nella mitografia dell’underground musicale del nostro tempo. Elettronica, jam rock, pura sperimentazione, etnica, jazz radicale e neocamerismo spirituale sono tutti tasselli di un pluriverso dai contorni affascinanti, del quale troviamo ampia trattazione in questo testo, che ripercorre le vicende degli artisti più noti, ma che, soprattutto, tenta di recuperare tutta quella produzione “minore” animata da centinaia di altre presenze creative, ed ancora stimolo e riferimento per legioni di musicisti.
Add a comment

Galatina: consegna Premio Lauretano

Archivio video
diretta galatina 2000