coverjpgAppuntamento con il live dei Respiro per la presentazione del loro nuovo disco "UnPopositivo". In apertura aperitivo musicale con vinyl set a cura di Giovanni Ottini e intervista al duo a cura di Radio Wau.

I Respiro, progetto nato dall’incontro tra Lara Ingrosso(voce) e Francesco Del Prete (violino), annunciano l’uscita del loro nuovo album “UnPOPositivo” che verrà presentato Mercoledì 27 Febbraio (ore 21 - ingresso libero) alle Officine Cantelmo di Lecce durante la rassegna musicale Dischi Parlanti. In apertura di serata, durante l'aperitivo musicale, seguirà l’intervista a cura di Radio Wau e il vinyl set di Giovanni Ottini con una selezione musicale suonata direttamente da vinile. Tanti gli ospiti che si esibiranno sul palco insieme a loro tra cui Carmine Tundo de La Municipàl. Il disco, in uscita con l’etichetta Discographia Clandestina, è un lavoro discografico diverso rispetto al loro primo album “A Forma di Ali”, pubblicato nel novembre 2015 e premiato con la Targa d’Autore Controcorrente nel dicembre 2016. “Un POPositivo” è una nuova carta d’identità contenente un pop d’autore che diviene pulsante con l’aggiunta di violino, multipad e sequenze di elettronica. Il singolo di esordio omonimo dell’album, in uscita in anteprima il 18 Febbraio sul web magazine Le Rane, è il manifesto della "politica" musicale dei Respiro, una visione che si estenderà per tutte le otto tracce del disco, non tralasciando però gli aspetti più intimi della quotidianità: l’amore, la separazione, la paura. Randagio è uno dei brani più forti presenti nel disco: la canzone è ispirata alla clochard Maria Silvia Spolato, intellettuale e matematica degli anni ’70, che fu costretta al vagabondaggio dopo aver rivelato la sua omosessualità. In “UnPOPositivo” non mancano le collaborazioni con alcuni musicisti del panorama Salentino, infatti nel brano Abissi è presente un featuring con Carmine Tundo, deus ex machina de La Municipàl. Il progetto Respiro nasce dall’incontro tra due personalità forti e appassionate in continua evoluzione e sperimentazione, la voce di Lara Ingrosso e il violino di Francesco Del Prete. Un soffio di note e parole che diviene pulsante con l’aggiunta di multi-pad e sequenze di elettronica. In una sola parola: Respiro. Un “semplice” violino, ancorché elettroacustico, diviene un insieme inaspettato di sonorità differenti, trasformandosi, di volta in volta, in basso, in chitarra, in una batteria, superando così lo stereotipo che lo identifica uno strumento a utilizzo prettamente melodico. La magia si compie sul palco, quando i musicisti sulla scena sono solo due ma nell’aria il suono è quello di un’orchestra: merito dell’uso sapiente di una pedaliera multieffetto e di una loop-machine, strumenti attraverso i quali Francesco Del Prete riesce a valorizzare le qualità percussive, ritmiche e armoniche del suo violino a cinque corde. “A forma d’Ali” è il primo lavoro discografico, pubblicato nel novembre 2015. Premiato con la Targa d’Autore Controcorrente nel dicembre 2016, il cd contiene nove brani inediti, tra i quali il premiatissimo “Di Lei”, tra pop, elettronica e arrangiamenti originali. Sul palco i Respiro portano i loro brani originali ma anche omaggi agli artisti più amati, come Radiohead, Moltheni, Samuele Bersani, Sting, Steve Wonder e altri. Nel 2018 iniziano ad elaborare un nuovo sound e a  lavorare al loro secondo disco, “unPOPositivo”. Tra i traguardi più importanti che il duo ha ottenuto dal 2013 ad oggi, vi sono undici riconoscimenti nazionali, il servizio di Vincenzo Mollica durante una puntata del suo programma Do Re Ciak Gulp” su RAI1, il live per RSI (Radio Televisione Svizzera) durante l'ultima Fiera del libro di Torino, l’apertura del concerto dei Marlene Kunz al Fabrique di Milano a Marzo 2016, l’assegnazione della Targa d’autore controcorrente” per il disco “A forma d’ali” nel 2016 e il 1° premio al Premio Mauro Carratta 2017 e il loro concerto Live presso gli studi di RSI (Radiotelevisione Svizzera) a Lugano nell' ottobre 2018. Altri riconoscimenti: 1° premio al Limatola Festival (Caserta - luglio 2013); premio Rivelazione al Premio Lunezia (Carrara - luglio 2013); premio miglior arrangiamento Autore Controcorrente (Samuele Bersani) e premio miglior Personalità Controcorrente (Premio Endas), 3° Premio categoria inediti al Musica Controcorrente (Terni - luglio 2013); premio Radio Radiosa al Festival Frequenze Mediterranee (Matera - agosto 2013); 1° premio: Apertura concerto Earth Wind and Fire al Cool Movement (Terni - agosto 2013); 1° premio, Targa Siae dedicata a Sergio Endrigo per la miglior personalità artistica al Biella Festival (Biella- ottobre 2013); 1° premio assoluto a Suoni e Rumori Festival (Cosenza - ottobre 2015); premiazione del videoclip “Il verme” al V.I.C. (Videoclip Italia Contest - agosto 2016). 

I musicisti:

Lara Ingrosso affina le sue tecniche artistiche attraverso numerosi stage e corsi con maestri come Peppe Vessicchio, Luca Pitteri, Alejandro Martinez, Elisa Turlà (1° e 2° livello Metodo Estill Voice Craft, diploma CFP) e tanti altri. Nel 2016, si avvicina al mondo della musica per il cinema e dà vita al suo Soundtracks project. Nello 2018 il film “Things as they are” trionfa ai Los Angeles Film Awards e i New York Film Awards e Lara vince il premio per la miglior colonna sonora ai Diamond Film Awards per il cortometraggio “Dustland” di Davide Cantelmo. Il 23 Novembre pubblica il suo primo album di colonne sonore Soundtracks Project Vol.1.

Francesco Del Prete, violinista e compositore salentino, inizia il suo percorso musicale con gli studi classici per poi appassionarsi al mondo della musica etnica, dell’elettronica e al jazz in particolare Nel 2009 pubblica il suo primo album "Corpi d'Arco" e nel 2018 inizia a lavorare ad un progetto sperimentale con il batterista Diego Martino. Il 4 ottobre 2018 pubblica il singolo di lancio della nuova produzione, "Gemini".

 

OPEN OUR EYES, NOW!

Archivio video
baccassino
locandina distory 
diretta galatina 2000 4