ilva tarantoLa biografia della storia dello sviluppo dell’Italia Meridionale è fatta dalla separazione del genius loci dalla politica, da cui nasce il fallimento delle classi dirigenti. La città di Taranto è un esempio narrativo, molto significativo, di quella separazione. La fabbrica dell’acciaio a Taranto appartiene alla politica delle partecipazioni statali, alla presenza attiva dello Stato nell’economia. La classe democristiana del Sud volle convintamente la fabbrica d’acciaio a Taranto e contro chi si opponeva rispondeva che lo stabilimento “Italsider” lo avrebbe costruito anche nella piazza del centro della città. Fu costruito in periferia, ma poi, la politica del mattone ha fatto nascere il quartiere Tamburri intorno alla fabbrica.

Add a comment

santa chiaraL’ex monastero di Santa Chiara, in piazzetta Galluccio, nella serata di domenica 10 novembre, ha fatto da cornice ad una bella iniziativa: la presentazione del pregevole volume della nostra concittadina Maria Luce Papadia. Il titolo tutto un programma: “LA CASSAPANCA – Ricordi di un’infanzia salentina”:

Add a comment

ospedale galatinaLa notizia secondo la quale l’Ospedale Santa Caterina Novella di Galatina, sarebbe salvo dalla dismissione sancita dal piano di riordino sanitario della Regione Puglia, di cui al Reg. regionale n.7 del 2017. Abbiamo appreso come il Sindaco di Galatina abbia accolto con sommo entusiasmo la notizia dell’aumento dei posti letto fino a 150, prevista dal Documento Unico di Riordino Ospedaliero, approvato nei giorni scorsi.

Add a comment

asilonidoNel nostro Paese un diritto negato per i bambini è quello di frequentare l'asilo nido, ed è negato almeno per più di un milione di bambini, in particolare nell'Italia meridionale. Il diritto per i bambini di avere scuole nido attrezzate, pulite, didatticamente fornite di materiali e di personale professionalmente preparato, sembra essere una vera utopia da raggiungere per quasi tutte le famiglie.

Add a comment

tecnologia diritto e educazioneIl progressivo sviluppo delle nuove tecnologie, dell’informatica e del largo utilizzo di Internet ha per certi versi cambiato le nostre vite in meglio fornendo servizi e supporti che ormai sono sotto gli occhi di tutti. Ma spesso, soprattutto di fronte ad innovazioni e sviluppi così importanti, c’è un prezzo da pagare poiché se da un lato questa ampia diffusione di tecnologia, in grado di connettere gli utenti in rete in ogni momento ed in ogni luogo del mondo, comporta indiscutibili vantaggi in merito alla semplificazione e rapidità nel reperimento e nello scambio di informazioni, dall’altro genera gravi pericoli connessi al loro indebito utilizzo.

Add a comment

teresa bellanovaIl nuovo Governo ha giurato. 22 ministri di cui 7 donne. Ed ecco che arrivano gli insulti, matematici e precisi come ogni volta, superficiali, schifosi, non necessari. Ad essere attaccata è Teresa Bellanova, ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Turismo. Gli insulti provengono dai social, tana dei cosiddetti leoni da tastiera, attaccano la sua storia, attaccano l'aspetto fisico ma d'altronde cosa ci si poteva aspettare da gente così superficiale? Soltanto commenti superficiali.

Add a comment

img 20170322 wa0002Da circa dieci anni il clima della Penisola Salentina è pressoché cambiato perché si assiste sempre di più ad estati molto calde dove si sfiorano i 40 gradi ed inverni molto freddi dove si sfiorano i gradi sottozero con forti nevicate. Gli inverni del 2007 e del 2009 sono stati esempi lampanti di tutto ciò. Durante le mezze stagioni vi sono sempre di più temperature sopra o sotto la media e forti nubifragi accompagnati spesso da trombe d’aria. Questo ha fatto aumentare di molto le malattie di raffreddamento durante l’inverno e la mezza stagione e i melanomi, le morti in spiaggia e i colpi di calore durante l’estate. Ma qual è la causa di tutto ciò?

Add a comment

lamazzonia bruciaL’Amazzonia brucia, gli alberi sono miei ed io non posso restare indifferente: fermiamo l’incendio, abbiamo diritto di respirare. L’Amazzonia è il polmone che ci dà il 20% dell’ossigeno che respiriamo. La sua distruzione appartiene alle politiche sovraniste che tutelano gli interessi nazionali di un capitalismo di rapina dei beni circoscritti dentro la frontiera.

Add a comment

Limita il contagio da Corona Virus

Archivio video
107287905 272629587521443 4229183888492200379 o 1