oriele rolliIn qualità di ex Sindaco del Comune di Cutrofiano, uomo impegnato in politica e nel mondo del volontariato, sollecitato da numerosi cittadini-utenti, mi permetto di fare presente una situazione che, se non risolta nei prossimi giorni, creerà ulteriori disservizi e disagi notevoli a tantissimi utenti.

A tale proposito, espongo i fatti:

in data 7 marzo 2020 viene chiusa la UOC di Gastroenterologia del Presidio Ospedaliero S. Caterina Novella di Galatina con "requisizione” logistica di tutto il reparto e gli ambulatori situati al primo piano Padiglione De Maria compreso i locali adibiti a Endoscopia situati al piano terra dello stesso padiglione;

con la chiusura della UOC contemporaneamente venivano bloccate tutte le attività, ma soprattutto veniva bloccato il codice regionale che permette la prescrizione dei piani terapeutici;
 

attualmente, "grazie" alla proroga dettata dal Covid19 è possibile la somministrazione dei farmaci biologici ai pazienti con colite ulcerosa e morbo di Crohn (Galatina è l’unico Centro in provincia che segue il maggior numero di pazienti), ma purtroppo la proroga scadrà il 31 agosto e più di 50 persone rimarranno senza assistenza;
 

contemporaneamente è stato chiuso il centro malattie rare gastroenterologiche, unico Centro in provincia di III livello per la celiachia con le ovvie conseguenze che i pazienti dovranno rivolgersi a Castellana quale centro più vicino;
 

ad oggi, la UOC di Gastroenterologia, da sempre fiore all'occhiello e punto di riferimento per tanti utenti, è  allocata al quarto piano del blocco centrale del P.O. e la stessa Unità Operativa, che si avvale della professionalità ed esperienza di motivati e validi Medici , qualificato personale infermieristico e OSS, nonostante purtroppo le numerose richieste   non ha la   possibilità di ripartire con l'erogazione di esami importanti di diagnostica strumentale quale l'endoscopia (esami prenotati dal 7 di marzo ancora in attesa).

Tutto quanto sopra premesso, si chiede alle Autorità preposte di intervenire tempestivamente al fine di garantire agli utenti malati cronici e rari, che hanno quale punto di riferimento la UOC di Gastroenterologia di Galatina, di essere seguiti come sempre è stato, nel rispetto del sacrosanto diritto alla salute verificando la possibilità di realizzazione di percorsi specifici di endoscopia e malattie infiammatorie croniche intestinali e malattie metaboliche e rare dell'apparato digerente. 

Certo che la presente richiesta riceverà la giusta attenzione da parte delle Autorità interessate (Direzione Generale ASL LE) mi permetto sommessamente di sollecitare la condivisione da parte di tutti i Sigg. Sindaci di competenza territoriale.

Fast News

Archivio video