impianto fotovoltaicoSi è tenuto il 15 novembre alle ore 18,00 il Consiglio Comunale monotematico aperto ad associazioni e cittadini con all’ordine del giorno : ”emergenza impianti fotovoltaici in zona agricola: determinazioni”, convocato in seduta pubblica straordinaria aperta.

Il Consiglio Comunale, preso atto della nota pervenuta in data 10 ottobre u.s. da parte del servizio tutela e valorizzazione ambientale della provincia di Lecce, circa l’avvio del procedimento per la procedura di verifica di assoggettabilità e valutazione di impatto ambientale nel territorio di Corigliano d’Otranto che interessa la realizzazione di un impianto fotovoltaico su circa 17 ettari con elettrodotto aereo di connessione da realizzarsi nei comuni di Cutrofiano, Sogliano Cavour e Galatina su proposta dalla Sorgenia SrL di Milano per la potenza di 10,8 MWp, con una serie di attente osservazioni di natura tecnica, formulate sia dal competente settore edilizio del Comune di Cutrofiano, sia da Forum amici del territorio, Italia Nostra, singoli cittadini e tecnici del settore, ha votato all’unanimità il diniego a qualsiasi forma di realizzazione di impianti fotovoltaici e/o eolici in zona agricola.

L’area rurale del feudo di Cutrofiano è quasi interamente utilizzata per scopi agricoli.

Il quadrante ad est del territorio Comunale è una bassura alluvionale, (vascianza nel dialetto Salentino) ed è contornata da lembi residuali e dalla estesissima (gariga salentina), terra a pascolo brado, con la presenza di tipiche essenze prative ed arbustive, in primis il timo, in via di estinzione, ma che rappresenta ancora oggi un habitat di biodiversità vegetazionale e faunistica, che necessita di assoluta tutela.

Tutta l’area, su cui dovrebbe nascere l’intervento, è costellata da emergenze edilizie e/o produttive di assoluto pregio, come la masseria Astore, la masseria Lame, la masseria Neviera grande, la masseria Torre Congedo, la masseria Pagliere, la masseria Neviera piccola, la masseria Piglia.

Il paesaggio si connota di altre emergenze territoriali, di assoluta attenzione sotto i profili che ci occupano: la masseria Appidè e la masseria Bafari, entrambe in territorio di Corigliano D’Otranto, ma al confine con quello di Cutrofiano, la prima delle quali è centro di agriturismo, accoglienza, di ippoterapia a livello internazionale.

Nel corso della seduta è emerso che anche il Comune di Cutrofiano potrebbe essere interessato da parte della stessa società, alla realizzazione di ulteriori due impianti di cui uno che interesserebbe un’area di circa 40 ettari posta a Sud dell’estesissimo feudo che conta 56 kmq nelle vicinanze della storica masseria Monaci, interessando il parco “dei Paduli”, quest’ultimo protetto.

L’area in questione rientra in zona di protezione speciale idrogeologica di tipo “B” ai sensi del piano di tutela delle acque, in tale zona vige in particolare il divieto di realizzare opere che comportino la modificazione del regime naturale delle acque, nonché il divieto di cambiamento di uso del suolo, pertanto sarebbe incompatibile l’impianto fotovoltaico che con i propri basamenti in calcestruzzo e la presenza di traversi orizzontali appoggiati sul piano campagna, che costituirebbero una chiara barriera al naturale deflusso dell’ acque, con conseguente possibile alterazione del deflusso naturale delle stesse (fenomeno questo vietato ai sensi del citato P.T.A.).

Il Consiglio Comunale ha fatto proprie le osservazioni pervenute dalle associazioni: Italia Nostra e Forum Amici del territorio, contenenti le motivazioni di difformità del progetto in materia di direttive europee, del piano integrato energia e clima, del piano energetico ambientale delle Regione Puglia, del piano paesaggistico territoriale regionale, del piano energetico provinciale, del piano territoriale di coordinamento provinciale PTCP, ecc.

Inoltre il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la proposta del Sindaco Oriele Rolli circa la realizzazione di uno spot televisivo che dovrà passare su rete nazionale, contenente la valorizzazione delle bellezze naturalistiche del grande Salento, con un forte messaggio di contrarietà all’uso del territorio agricolo a favore del fotovoltaico selvaggio.

Proprio da Cutrofiano partirà un’opera di sensibilizzazione rivolta a tutti i Sindaci del grande Salento affinchè si facciano carico di finanziare, quota parte, detta campagna di promozione territoriale.

Inoltre il Comune di Cutrofiano si è riservato di intraprendere qualunque ulteriore azione, in tutte le sedi, compresa quella giudiziaria per la tutela degli interessi della comunità Cutrofianese.

Il deliberato sarà trasmesso all’Onorevole Prefetto di lecce, al Presidente della Regione Puglia, al Presidente della Provincia di Lecce, a tutti gli assessori Regionali e a tutti gli attori coinvolti nella procedura di verifica di assoggettabilità a valutazione d’impatto ambientale.

Un forte richiamo al senso di appartenenza a difesa del proprio territorio è stato rivolto con fermezza, tramite accorato appello, a tutti i concittadini dal Sindaco Oriele Rolli.

Limita il contagio da Corona Virus

Archivio video