vito albano tundoAncora una volta la solita parte dell’opposizione si avventura in comunicati improbabili con argomentazioni qualunquistiche, opportunistiche e strumentali. Al netto dei soliti sproloqui, mai un’idea concreta, mai una proposta seguita da un progetto realizzabile. Dopo quasi un anno, sembra ancora prigioniera nel film di quella campagna elettorale che l’ha vista sconfitta.

All’ordine del giorno la ZTL e la nostra idea di città, quella chiaramente indicata nel programma elettorale delle Civiche con un centro antico vivo e vissuto, che torni ad essere il cuore pulsante della città.

In quest’idea il “nostro” centro antico non può che essere totalmente aperto al commercio, ai ragazzi, alla movida, al passeggio, alla cultura, alle famiglie, alle manifestazioni, non certo al traffico veicolare indiscriminato che inevitabilmente dovrà essere limitato.

Un senso di comprensione verso chi oggi opera nel centro antico ci ha portato a scelte responsabili che riducono solo lievemente l’orario di apertura: un’ora al mattino (posticipando dalle 6 alle 7) ed un’ora la sera (anticipando dalle 20 alle 19), confermata la chiusura del sabato e dei giorni festivi, già prevista lo scorso anno nell’ordinanza 53/D/2017. Un giro di vite, senza salti nel buio ma nella giusta direzione.

Riduttivo però sarebbe soffermarsi solo sulla regolamentazione degli orari della ZTL senza tenere nella giusta considerazione l’atro tassello che sarà notizia dei prossimi giorni: il cartello delle iniziative e delle manifestazioni allo studio degli assessori Dettù e Mauro che con il Sindaco Amante, in collaborazione con associazioni, commercianti e privati, stanno progettando “l’estate galatinese”.

Non è più tempo per il conservatorismo sterile predicato da una parte dell’opposizione, servono idee e la forza di metterle in atto ed è questo il terreno su cui tutta l’amministrazione Amante intende cimentarsi.  

Scuola del Teatro Musicale – Tribute to Bohemian Rhapsody

Archivio video