il-logo-di-bollenti-spiritiGalatina ombelico del Salento e terra di polemiche. Quando poi si intrecciano “interessi” politici (in attesa delle regionali) tutto è consentito. Questa volta è il turno di Bollenti Spiriti, ne hanno parlato un po’ tutti gli organi d’informazione, e la politica ha prodotto ben due interrogazioni. Una che giungerà al prossimo Consiglio Comunale di Galatina, mentre il Consigliere Regionale Erio Congedo interrogherà Vendola sui “143 mila euro scomparsi”. Ma la cifra di cui si parla è davvero reale?

Di certo fino ad oggi questo è stato riportato sia dalla stampa che dagli organi di informazione online. Ci sembra giusto, per onor di cronaca, capire fino a che punto sono reali i migliaia di euro di cui si parla,  partendo da alcuni dati riscontrabili sul sito ufficiale del Comune di Galatina.

Con Determinazione Dirigenziale n 891 del 18.6.2014 i competenti organi del Comune di Galatina – capofila dell’Accordo di programma quadro, dopo le dovute verifiche previste dalla lettera a) punto 1 dell’art 3 che regola i rapporti tra Regione ed ente capofila, provvede a predisporre la documentazione e a far approvare gli atti relativi all’appalto di gestione per il Comune di Aradeo, trasmettendone la relativa documentazione alla Regione, ed il 22 luglio 2014 l’ufficio di ragioneria dell’ente capofila provvedere ad emettere il relativo mandato a favore del Comune di Aradeo per un importo di euro 12.600,00.

Inoltre con nota 1.7.2014 il Comune di Galatina trasmette riepilogo economico alla Regione inerente i laboratori dei  Comuni di Sogliano Cavour e Cutrofiano per la cui parte gestionale competono rispettivamente euro 21.990,00 Iva comresa e euro 21.500,06 Iva compresa, quest’ultimo per il nuovo appalto di gestione.

Sempre nel mese di luglio 2014 vengono rimesse alla Regione le documentazioni inerenti i Comuni di Sogliano Cavour, che in data 23.06.2014 aveva trasmesso gli atti, e Cutrofiano.

A seguito di un incontro presso gli uffici regionali avuti in data 3 settembre 2014 dai responsabili del Comune di Galatina e dall’Assessore Coccioli, alla stessa Regione viene illustrata la situazione in essere e di cui sopra, inoltre consegnata a mano la documentazione relativa ai Comuni di Sogliano Cavour e Cutrofiano già trasmesse con la nota del precedente luglio.

Durante lo stesso mese di luglio, a seguito del bando nazionale di Servizio Civile, l’unica unità impiegata dal Comune di Galatina presso il servizio è impegnata nella stesura e redazione dei progetti di SCN da presentarsi entro il 31 luglio 2014 e successivamente è autorizzato alle ferie. Accade, che durante questo periodo (come venuti a conoscenza) quell’unica unità è costretta per gravi motivi personali ad assentarsi dal luogo di lavoro e, in data 4 novembre 2014, una missiva della Regione Puglia invita lo stesso Comune ad effettuare il consueto monitoraggio previsto dall’accordo di programma.

Ma, in mancanza del funzionario addetto, questo non accade ed al Comune di Galatina viene applicato quanto previsto dall’art. 19 dello stesso disciplinare che prevede, in mancanza di monitoraggio, la revoca del finanziamento concesso e l’immediata restituzione di tutte le somme finora erogate.

Forse il problema è proprio questo, in una burocrazia arrugginita e incrostata da anni, dove mai la politica è voluta intervenire.

Ma è mai possibile, ci chiediamo, arrivare a tanto, quando sarebbe bastato provvedere ad una sostituzione temporanea del funzionario incaricato?

Di chi è la colpa?

Ci auguriamo che al Comune di  Galatina non manchi la buona volontà per rimediare con immediatezza ed oculatezza al problema. Che poi la campagna elettorale alle porte infiammi gli animi, questo è normale.

 Basta guardarsi in giro per vedere come la nostra città sia ormai un manifesto "selvaggio" di accuse e difese.

QUEENCUBO - A cappella Queen medley

Archivio video
diretta inondazioni