mediterraneoÈ una delle tante notti d'estate, quelle in cui sei col naso all'insù per ammirare mare e stelle; per sperare in qualche stella cadente e magari esprimere un desiderio.

Ma come diceva Domenico Modugno il desiderio è di fronte a noi: già vedere i riflessi dell'acqua di Luna è “Meraviglioso”.

E andando su questa linea delle citazioni vorrei spiegare la bellezza del mio Sud di terra ma soprattutto di mare, attraverso la suggestiva canzone di Mango: Mediterraneo

Bianco e azzurro sei
Con le isole che stanno lì
Le rocce e il mare
Coi gabbiani
Mediterraneo da vedere
Con le arance
Mediterraneo da mangiare.

Mediterraneo è un bacino che abbraccia una grande porzione geografica e questi versi mi ricordano la bella Corfù, a strapiombo sul mare, coi gabbiani che le girano intorno, come ho visto fare anche nella spumeggiante Ischia.

Gli aranci mi ricordano la Sicilia e l'amica che mi ha ospitata. Il suo balcone si apriva alla Conca d'oro, le bucce di arance dorate ne danno il nome.
La montagna là
E la strada che piano vien giù
Tra i pini e il sole
Un paese
Mediterraneo da scoprire
Con le chiese
Mediterraneo da pregare.

Ancora Corfù: da tratturi si intravedeva una croce, una chiesetta ortodossa con sedie di paglia. Da una finestra arrivava luce e polvere lattea. Il ricordo della mia nonna greca è forte.

Siedi qui
E getta lo sguardo giù
Tra gli ulivi
L'acqua è scura quasi blu

Avete mai visto come il mare rifletta le montagne? Io l'ho visto in Montenegro, territorio della ex Iugoslavia, che presenta aspre montagne di verde bottiglia, borghi medievali e strade strette e tortuose che portano a chiese e città fortificate.
E lassù
Vola un falco lassù
Sembra guardi noi
Fermi così
Grandi come mai

Bellissima: una fotografia istantanea sulla bellezza di mare e cielo.
Guarda là
Quella nuvola che va
Vola già
Dentro nell'eternità

Sono versi che non hanno bisogno di commenti. Il resto del brano scopritelo voi.

Fast News

Archivio video