la-mano-di-thuluhc-di-guido-sgardoliLa mano di Thuluhc di Guido Sgardoli è un romanzo horror per ragazzi; i due protagonisti: Barry di tredici anni, atletico e audace, e Lyndon di dieci anni, in sovrappeso, non hanno una madre e hanno un padre, sempre ubriaco. I due amano la sfida, allora un giorno scommettono che sarebbero entrati nella casa del vecchio, e ormai defunto, Rufus Algernon Dunwich. Dalle poche notizie che si hanno del vecchio proprietario è che stato un esploratore, che ha portato ogni cosa dai suoi viaggi e generalmente gli oggetti hanno a che fare con la magia nera. Tutte le persone che si avvicinano a quella casa sono state colte da sciagure.

È proprio per questo che i due vogliono entrare in quel luogo lugubre e per vincere la scommessa sarebbero dovuti rimanere all’interno del maniero fino all’alba. Appena sono all’interno, trovano una misteriosa mano dentro una campana di cristallo; una mano dalla pelle nera e raggrinzita: è la mano di Thuluhc, negromante del quinto secolo avanti Cristo, che fu condannato al rogo per stregoneria. Prima dell’ esecuzione gli vennero tagliate entrambe le mani. 

I due giovani pensano, molto divertiti, di richiamarlo dal mondo dei morti per farsi poi dare delle informazioni sul futuro, ma senza riuscirci; una cosa però li sorprende: la mano magicamente prende vita e vuole ucciderli. Con una serie di stratagemmi cercano di catturarla, dopo una serie di peripezie, con un colpo di mestolo la buttano in una stufa. Appena giunge l’alba scappano mentre la casa brucia e proprio in quel momento incrociano gli occhi di un uomo incappucciato: loro lo hanno invocato e lui aveva risposto!

Alla fine i due coraggiosi vincono la scommessa. Da quel giorno la casa del vecchio Rufus si ridusse in macerie. I due giovani smisero di giocare in maniera pericolosa ma non smisero di scommettere. Da adulti una domanda gironzola ancora nella loro testa: dove era finita la mano sinistra di Thuluhc?

Un romanzo che lascia con il fiato sospeso, trasporta nella storia, incutendo terrore, pur rimanendo un libro simpatico e lineare. Inoltre crea nel lettore curiosità per ciò che il racconto ha in servo e per ciò che si deve ancora svelare. Tranquillamente lo consigliamo ai ragazzi a partire dai dieci anni.

Cover Coro GioRè - Giovani Realtà - Per un milione - Boomdabash

Archivio video