Fast News

Archivio video
programmi domenica

locandina montinaro 1Oggi venerdì 29 ottobre alle ore 18:00, nella Sala Convegni dell’ex Monastero di Santa Chiara, l’Università Popolare “Aldo Vallone” ospita il dott. Antonio Montinaro, illustre neurochirurgo e appassionato e colto musicologo, per la presentazione del suo ultimo libro “Musica e Destino”, Mimesis edizioni.

Introdurrà l’evento la Presidente prof.ssa Beatrice Stasi e dialogheranno con l’autore il poeta Dario Marangio e il giornalista Christian Petrelli che saranno presentati dalla consigliera Anna Rosa Valletta.

L’autore è stato già ospite dell’Università e il suo intervento riguardò un suo particolare interesse, quale il rapporto tra il cervello umano e la musica, chiarendo come questa riesca a influire in profondità sulla psiche e sulla vita di ogni uomo.

Secondo le approfondite competenze del neurochirurgo, “il nostro cervello contiene circa cento miliardi di neuroni e ogni neurone ha circa dieci mila connessioni con le cellule vicine: un solo stimolo è in grado di attivare tutti i neuroni contemporaneamente, ed è la musica, mentre il linguaggio parlato viene scannerizzato soltanto in alcune aree del cervello. La musica no, essa riesce ad immergere il cervello in un bagno intero.”

Queste parole sono sufficienti a chiarire l’immenso potere terapeutico che può essere rappresentato dalla musica e pertanto in questa sua ultima prova di scrittura l’autore ha voluto compiere un viaggio attraverso le vite di persone per le quali la musica ha avuto un significato di particolare importanza.

In questa sua quinta opera ogni capitolo è dedicato a un personaggio storico la cui vita è stata fortemente influenzata, salvata, segnata dalla musica.

Così egli ha inteso motivare il suo intento narrativo: “La musica è per tutti ed è di tutti, per questo ho avvertito dentro di me la necessità e l’urgenza di scrivere quest’ultimo libro incentrato sulle storie di personaggi emblematici per il loro vissuto, a volte tragico, ma sempre animato da una profonda speranza e da un senso di sollievo che solo l’amore per la musica può dare.”

Ascolteremo, nella serata, narrare storie di personaggi noti, come Freddie Mercury, Ezio Bosso, Maria Callas, Pier Paolo Pasolini, Daniel Barenboim, Riccardo Muti, o di altri protagonisti meno noti, storie tutte, però, testimonianze di come la musica possa salvare l’uomo anche nei momenti più drammatici e oscuri della propria vita: la musica, quindi, vista come salvatrice che influenza il destino umano.

L’ingresso alla sala è libero e si accederà con green pass, nel rispetto della normativa anti covid vigente.