foto villettaSi è svolta domenica 22 dicembre u.s., la cerimonia di consegna di un nuovo parco giochi, presso l’Area verde “Prof. V. Carrozzini”, che ora  è a completa disposizione dei bambini.

La grande commozione, che ha accompagnato l'intera manifestazione di inaugurazione dell’area, ha toccato l'apice quando i bambini dell’Istituto Comprensivo Polo 3 di Galatina, magistralmente diretti dalla Dirigente Rosanna Lagna e dalle Insegnanti, hanno intonato l’inno di Mameli e, soprattutto, quando Federica, nipote di Pietro Antonio Colazzo, ha scoperto la bandiera tricolore posta a ricoprire la targa dedicata al Funzionario dell’AISE (Agenzia Informazioni e Sicurezza Esterna), insignito della “Croce d’onore alla memoria”, Caduto a Kabul il 26 febbraio del 2010, a soli 47 anni, durante un attentato terroristico in cui ha contribuito a salvare la vita di altri connazionali.targa

Alla cerimonia hanno partecipato autorità religiose, civili e militari, oltre alla famiglia e agli amici di una vita del nostro concittadino; tutti si sono stretti idealmente in un grandissimo ed energico abbraccio intorno alla “bellezza” ed agli insegnamenti morali che il nostro eroe ha profuso.

L'intitolazione del parco giochi assume un valore particolarmente simbolico proprio in virtù dei frequentatori abituali del luogo: i bambini. Legare idealmente il nome di Pietro Antonio Colazzo ai bambini è significativo del suo impegno personale per la realizzazione di un mondo migliore da destinare agli uomini di domani con nobili sentimenti di convivenza multirazziale e di pace.

Lui ha dato il suo contributo ad un progetto di pace mondiale, apparentemente irrealizzabile se correlato al comportamento generale, ma concretamente attuabile se rapportato all’impegno individuale per la sua realizzazione nella vita di ogni giorno.

“Piero”, con il suo lavoro voleva donare ai bambini che incontrava nelle Nazioni martoriate dai conflitti, in cui con serietà e dedizione prestava la sua opera, un mondo di pace dove la libertà e il rispetto della vita umana fossero i principi fondamentali.

L’area è stata donata dall’E.T.S. “Cuore e mani aperte verso chi soffre” O.d.v. e dall’Associazione “Virtus Basket Galatina”, grazie all’iniziativa “TappiAMO Galatina” e con l’aiuto fondamentale di alcuni sponsor privati (ECOM, FRATRES, EFFICIENZA ENERGIA, COLACEM, MAIO AUTOSCUOLE, MASSIMO NEGRO, MULE e SABELLAUTO); la sua realizzazione è stata resa possibile grazie anche al contributo di  tantissimi cittadini che si sono attivati nel loro piccolo raccogliendo milioni di tappi di plastica che, monetizzati, si sono trasformati nei giochi dell’Area in questione, quale desiderio di tantissimi bambini.

«Riappropriarsi dell’interesse dei luoghi dove viviamo quotidianamente è certamente un grande passo in avanti per il nostro senso civico e di appartenenza responsabile che troppo spesso in passato lo abbiamo legato unicamente al concetto di delega; siamo riusciti pertanto  - sottolineano Sandro Argentieri e Piero Luigi Russo, responsabili del progetto “TappiAMO Galatina” promosso dall’Associazione “Virtus Basket Galatina” – a dare vita a un vero e proprio circolo virtuoso e ne siamo orgogliosi perché non c’è niente di più bello che ricevere un sorriso dai bambini. Se questo sorriso serve anche e soprattutto a dare valore e significato al sacrificio di Pietro Antonio Colazzo allora siamo molto fieri di essere riusciti a realizzare un progetto che ci è sembrato essere un grande segno di civiltà».

Efficienza Energia vs Atripalda Volley 3-1

Archivio video