alessio prastanoL’Amministrazione Amante aderisce formalmente al 10 febbraio – giorno del ricordo. Su proposta del Consigliere Comunale del gruppo Andare Oltre, Alessio Prastano, la giunta ha approvato una delibera inerente una serie di iniziative in grado di coinvolgere le fasce più giovani, spesso ignare di fronte ad una tragedia che ha coinvolto migliaia di italiani nel corso del dopoguerra.

Rivolge un plauso all’iniziativa intrapresa il Sindaco di Galatina, Marcello Amante: “Io e la mia giunta abbiamo accolto favorevolmente la proposta fatta dal Consigliere Prastano, in quanto convinti del fatto che il 10 febbraio debba essere un momento di commemorazione, soprattutto all’interno degli Istituti scolastici.

In linea con la legge nazionale - continua Amante - questa delibera è il simbolo del ricordo, affinché i più giovani possano prendere coscienza della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe”.

Dello stesso parere è il proponente di quest’iniziativa, il quale auspica un maggiore approfondimento di una precisa pagina di storia, sottovalutata dalla fascia studentesca: “La volontà di riconoscere ufficialmente il giorno del ricordo a Galatina nasce anche dalla mancata conoscenza delle ragazze e dei ragazzi su un tragico evento, in cui l’Italia e gli italiani sono stati vittime della barbarie dittatoriale. Molto spesso si sottovaluta il sacrificio fatto dai nostri connazionali, gettati nel profondo delle foibe, solo per avere avuto la colpa di voler difendere la propria Nazione”.

In occasione della giornata del ricordo, oltre ad alcune iniziative presenti all’interno degli Istituti superiori, la Città di Galatina, lunedì 11 febbraio alle ore 18:30, presso la Biblioteca comunale “P. Siciliani”, incontrerà lo scrittore e docente universitario Gianni Oliva, autore del libro: “Foibe: le stragi negate degli italiani della Venezia Giulia e dell'Istria”.

Distory, il disco. In anteprima nazionale

Archivio video
grovigli mengtali