loca 2a ediz 30 gennaio 2019 copiaSi è tenuta il 30 gennaio scorso presso l’Istituto Comprensivo Polo 3 di Galatina la 2^ edizione del corso BLSD per esecutori non sanitari alla presenza del personale scolastico e di tanti genitori. Soddisfazione è stata espressa per la consistente partecipazione dall’Associazione Salentum Terrae e dal Dott. Maurizio Serra referente del progetto – Istruttore di Italiana Resescitation Council – e sostenitore del progetto Kids Save Lives. 

Ancora una volta 300 alunni del Polo 3 – le classi quinte della Scuola Primaria e tutta la Scuola Media “Giovanni XXIII” – hanno usufruito del progetto di primo soccorso “Kids Save Lives” di IRC che prevede un retraining annuale di tutti i ragazzi dalla 5^ Primaria fino alla 3^ Secondaria di 1° grado sulle principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare, utilizzando manichini (pediatrico-ragazzo-adulto) con l’utilizzo di un defibrillatore trainer. Il referente del progetto, e sostenitore di "Kids Save Lives", è il Dott. Maurizio Serra, specialista in Medicina d'Urgenza e in Anestesia e Rianimazione, nonchè Istruttore di Italian Resuscitation Council. IRC (Italian Resuscitation Council), Gruppo Italiano per la Rianimazione Cardiopolmonare, nasce nell’ottobre del 1994 con lo scopo primario di diffondere la cultura e l’organizzazione della rianimazione cardiopolmonare in Italia ed i progetti che l’hanno visto coinvolta si è avvalso, in sede, della collaborazione dell’Associazione “Salentum Terrae” e della disponibilità di altri tre istruttori nazionali. Lo slogan che ha unito e coinvolto tutti è stato quello adottato da IRC: Le Mani che aiutano – Imparare da bambini è imparare per la vita” uno slogan ampiamente dimostrato da tutti i ragazzi che vi hanno preso parte e che hanno anche prodotto innumerevoli disegni che testimoniano il percorso effettuato. Nel primo ciclo gli obiettivi della formazione sono stati quelli di continuare l’opera di sensibilizzazione nei confronti della cultura del primo soccorso quale elemento fondamentale per l’educazione e la crescita di futuri cittadini attivi e responsabili. Infatti, al termine delle attività di formazione del primo ciclo, i ragazzi devono aver migliorato il livello delle proprie competenze in ordine all’individuazione delle situazioni che necessitano dell’immediato intervento del 118 oltre alla capacità di allertare correttamente i servizi di soccorso oltre a quella di eseguire il massaggio cardiaco al bambino e all’adulto. A conclusione di questo articolato percorso nel pomeriggio di ieri si è tenuto nella palestra della Scuola primaria dell’Istituto comprensivo Polo 3 di Galatina, il corso “Basic Life Support and Defibrillation per esecutori non sanitari” che ha visto coinvolti la dirigente scolastica, docenti, genitori, personale ATA, uniti da un’unica passione: la “cultura della vita”. I corsisti, divisi in gruppi e guidati da istruttori nazionali, hanno potuto sperimentare, grazie ad un approccio di carattere pratico, l’automazione dei comportamenti e delle sequenze di risposta alle situazioni di arresto cardiaco e di peri-arresto. Durante le stazioni di addestramento, è stato valutato il raggiungimento degli obiettivi per quanto riguarda la valutazione iniziale del paziente, le manovre di rianimazione cardiopolmonare e la defibrillazione in sicurezza. Il Polo 3 si è mosso nell’ambito delle Linee di indirizzo per la realizzazione delle attività di formazione sulle tecniche di primo soccorso del MIUR e del Ministero della Salute (art. 1 comma 10 della Legge 10//2015) ricordando che “Le manovre salvavita del primo soccorso possono salvare ogni anno innumerevoli vite umane. Le stesse rappresentano strumento di crescita, di consapevolezza e di civiltà per una società dal volto umano, sensibile e generativa di cultura della vita”. Insomma, a Galatina il Polo 3 per una scuola sempre in.......movimento!

 

Distory, il disco. In anteprima nazionale

Archivio video
grovigli mengtali