il muro delle bambole polo 3Manca poco più di un mese al Natale e le strade e i negozi si illuminano di mille colori per l’occasione. Ma il 25 novembre tre colori, rosa, rosso e arancione, campeggeranno sugli altri per ricordare una data tristemente famosa. Il rosa è il colore classico che si usa per indicare una donna: quando nasce una bimba, tutto il corredo si tinge di rosa, ma quella bimba, poi, deve essere protetta, per diventare una donna. In tutto il mondo il 25 novembre è celebrato con l’arancione, tanto che si parla anche di “Orange Day”. In Italia, spesso all’arancione è preferito il rosso.


Tanti colori caratterizzano invece le bambole che troveranno posto su una struttura mobile che sfilerà con i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Polo 3 di Galatina durante il corteo e il flash mob organizzati dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Galatina. Ci si è liberamente ispirati al “Muro delle Bambole” inaugurato nel 2014 a Milano su iniziativa di Jo Squillo: l’installazione permanente riprende una tradizione indiana per cui ogni volta che una donna subisce violenza, una bambola viene affissa sulla porta della sua casa. 
Le bambole del Polo 3 sono sagome di cartone create e personalizzate dagli alunni con cui gli stessi ricorderanno le donne vittime di discriminazioni e violenze. Non è facile affidare ad una bambola tutti i pensieri e le riflessioni legate ad una scelta: ecco perché scansionando con il cellulare un qrcode che gli alunni “indosseranno” durante il corteo sarà possibile aprire un padlet, un muro virtuale in progress su cui i ragazzi inseriranno la fotografia della bambola e spiegheranno a chi è dedicata e perché.

Si deve anche conoscere chi sul territorio protegge le donne: ecco perché i ragazzi della classe III D della Scuola Secondaria di I Grado “Giovanni XXIII” del Polo 3 incontreranno il prossimo 30 novembre la dott.ssa Paola Gabrieli, coordinatrice del CAV Malala ATS di Galatina, nell’ambito dello svolgimento dell’UDA annuale trasversale di Educazione Civica che prevede, per le classi terze, la mappatura del territorio, utilizzando l’apposita app, per individuare servizi, spazi per giovani, associazioni culturali o sportive...

In questi due anni di emergenza epidemiologica è stato difficile coltivare e mantenere la socialità e i rapporti interpersonali. Con la creazione di questo percorso il Polo 3 intende stimolare la consapevolezza dei servizi presidi della legalità e della tutela dei diritti del cittadino che il territorio offre e ai quali i ragazzi possono accedere come cittadini.

La classe III D ha individuato come struttura da esaminare il CAV “MALALA” per approfondire determinate tematiche legate all’argomento, in un’ottica disciplinare e pluridisciplinare. 

Gli esiti delle attività realizzate verranno socializzati a tutti gli alunni del Polo 3 nelle varie occasioni di apertura della Scuola al territorio.

Fast News

Archivio video