fsop1 1024x1024 1Nel corso di un anno scolastico alcune date sono più cardinali di altre e tra esse il 31 agosto: giorno di chiusura dell'anno scolastico, giorno di saluti dei colleghi trasferiti o  neo pensionati, giorno in cui tra i corridoi delle scuole aleggia spesso un'aria di lieve malinconia. 

Al Liceo "A. Vallone" di Galatina, però, quest'anno l'atmosfera di mestizia è più palpabile del solito, impregna di sé l'anima e il cuore di chi, nel corso degli ultimi 10 anni, ha avuto la fortuna di lavorare accanto alla Dirigente Bottazzo, perché la "nostra Maria Rosaria" (oggi vogliamo chiamarla affettuosamente così) ci saluta per intraprendere un nuovo percorso di vita. 

È difficile riuscire a condensare in poche righe quanto è riuscita a realizzare per il nostro Liceo col suo impegno quotidiano, col fervore e la passione che la contraddistinguono. 

Per 10 anni lei è stata faro luminoso, timoniere provetto, guida rassicurante del nostro Liceo. Per 10 anni la sua esplosiva vitalità, la sua travolgente energia, la sua vulcanica creatività hanno impresso al Liceo Vallone una marcia in più, rendendolo una delle realtà scolastiche più apprezzate in tutto il Salento. 

Lavoratrice instancabile, l'abbiamo vista al lavoro a tutte le ore del giorno e della notte (senza esagerazione) sempre con quel suo peculiare "argento vivo addosso"  e con quel dolce e contagioso sorriso che è il suo tratto distintivo. 

Il Liceo Quadriennale, i corsi di robotica con il robottino Nao, l'utilizzo del debate come metodologia didattica, l'aula magna con le sagome delle "stelle dell'umanità", le aule all'aperto sotto agli alberi: queste sono solo alcune delle tante eredità speciali che lascia al Liceo Vallone. 

Secondo quel principio per il quale in un ambiente bello si lavora meglio e il dovere si trasforma in piacere, grazie al suo spiccato gusto estetico, nel corso dei 10 anni si è dedicata anche all'abbellimento degli ambienti scolastici con una serie di interventi che li hanno resi più colorati, vivaci, luminosi e accoglienti. 

Così come ha lasciato un'impronta indelebile di sé tra le mura e i giardini del Liceo Vallone, con la sua spumeggiante vitalità ha costruito una fitta rete di rapporti umani con tutto il personale scolastico, gli alunni e i loro genitori, che serberanno sempre nel cuore un profondo affetto per una donna fuori dal comune. 

A lei, Preside Bottazzo, grazie di cuore per tutto!

Fast News

Archivio video