gioco legaleFilcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno chiesto al prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta, un incontro nell'ambito della vertenza nazionale sul Gioco Legale.

Una vicenda che si protrae da tempo e che rischia di avere ripercussioni su lavoratrici e lavoratori impiegati nel settore, con la perdita di migliaia di posti di lavoro a livello regionale. In Puglia la condizione è particolarmente grave vista la decisione di rinviare di soli sei mesi (al prossimo giugno) l'entrata in vigore del distanziometro (una distanza minima di 500 metri tra i centro del gioco legale e punti sensibili, quali ad esempio scuole e parrocchie).

Anche a Lecce venerdì 16 novembre è in programma un sit-in di protesta, dalle ore 10 alle ore 13 davanti all'ingresso della Prefettura di Lecce, per rivendicare un riordino sostenibile del settore ed aprire un tavolo di confronto con Regioni e Ministero dello Sviluppo Economico per armonizzare le legislazioni nazionale e regionali.

Fast News

Archivio video