palazzo ducale cutrofianoSegnali incoraggianti di ripresa a Cutrofiano. In controtendenza ad altri territori, infatti, aumentano le aziende. Ce ne sono 668 (un anno fa erano 649). L’incremento è di 19 unità, pari al 2,9 per cento. Una percentuale che lascia ben sperare nel rafforzamento del tessuto produttivo locale.

In particolare, si contano ben 248 imprese che operano nel commercio, 100 ditte di costruzioni, 64 aziende agricole, 61 attività manifatturiere, 38 erogano servizi, 34 sono le strutture ricettive di alloggio o di ristorazione, 15 si occupano di trasporto e magazzinaggio, 13 le attività professionali, scientifiche o tecniche, 11 le agenzie di viaggio o di noleggio, 10 le attività finanziarie o assicurative, 9 le attività artistiche, sportive o di intrattenimento, 8 le società che erogano servizi di informazione e comunicazione, 5 sono impegnate nel campo dell’assistenza sociale, 3 le attività immobiliari ed altrettante quelle che operano nel settore dell’istruzione.

E’ quanto emerge da un’indagine sulle attività d’impresa con sede a Cutrofiano, condotta dall’Osservatorio economico di Confartigianato Imprese Lecce, diretto da Davide Stasi, che ha registrato positivi segnali di inversione di rotta.

Gli occupati nelle imprese di Cutrofiano sono saliti a 1.285, di cui 566 sono familiari, pari al 44 per cento della forza lavoro e 719 sono gli addetti subordinati. Ci sono, più precisamente, 478 ditte individuali, pari al 71,6 del totale delle imprese. Seguono, per natura giuridica, le 98 società di capitali (pari al 14,7 per cento del dato complessivo) e le 74 società di persone (pari all’11,1 per cento).

Nel comune salentino esistono 63 aziende che generano un valore di produzione superiore ai 250mila euro e 13 vanno oltre la soglia del milione di euro. Sono 146 le imprese con un capitale sociale superiore ai 10mila euro, 13 quelle con più di 100mila euro e 2 capitalizzano oltre i 5 milioni.

L’amministrazione comunale esprime, perciò, grande soddisfazione. «Questi dati – commentano Oriele Rolli e Tommaso Campa, rispettivamente sindaco e assessore alle Attività produttive del Comune di Cutrofiano – registrano, dopo molto tempo, l’arrestarsi dell’emorragia delle imprese. Parlare di una vera e propria inversione di tendenza potrebbe apparire ai più ancora troppo prematuro, ma quantomeno la flessione sembra essersi interrotta. Continua a soffrire, però, il manifatturiero, sebbene i dati dimostrino, anche in questo caso, un lieve miglioramento del trend. Per questo l’amministrazione comunale ha inteso promuovere alcune iniziative al fine di sostenere questo settore, ritenuto tra i più importanti e vitali per la nostra economia. Anche quest’anno è stata allestita una nuova, ma più funzionale Mostra Mercatale della Ceramica Artigianale, con l’obiettivo, tra gli altri, di contrastare il grave pericolo di desertificazione imprenditoriale, a cui sembra andare incontro tutto il Mezzogiorno d’Italia, nessuna area esclusa. La Mostra presenta alcune novità rispetto alle passate edizioni, per far rivivere quegli spazi ormai dimenticati, in un percorso volto a valorizzare tutta la tradizionale ceramica di Cutrofiano, esposta nelle ex scuderie del meraviglioso Palazzo Ducale, ma che al tempo stesso propone ed incentiva tutto l’artigianato artistico locale. L’evento è promosso dall’Associazione ceramica artigianale del Salento, con il patrocinio del Comune di Cutrofiano ed è organizzato dall’agenzia Mood, in collaborazione con Kutra Viaggi».


 

Fast News

Archivio video