residenza la fontanella soletoTanto silenzio e attese interminabili di risposte mai arrivate siamo giunti al punto di voler far valere i nostri diritti! Il nostro diritto al lavoro fatto sempre con costanza e dedizione nonostante le accuse, nonostante alcune definizioni lontane da ciò che è sempre stata la nostra etica professionale dal primo all’ultimo giorno! Non è stato il covid a segnare l’inizio di tutto ma la disorganizzazione di un sistema nuovo a quella realtà che stava mettendo in ginocchio il mondo intero! E noi ora siamo le vittime di quel sistema che si fa forza del suo stesso potere, potere del quale noi siamo sprovvisti purtroppo ... ed eccoci qui infatti a protestare e ad urlare a gran voce la nostra voglia di ritornare a svolgere il nostro ruolo ... la nostra missione!

Fino ad oggi abbiamo aspettato in silenzio che “qualcuno” decidesse del nostro destino senza alcun esito... sopportando in quel silenzio le accuse della gente che ignara di ciò che è successo veramente continua a definirci ingiustamente come dei “vermi... assassini…”.

Certi che la giustizia farà il suo corso nel frattempo chiediamo di poter riprendere in mano quanto prima il nostro lavoro e di conseguenza la nostra dignità e la nostra vita!!! Chiediamo ciò che finora non c’è mai stata,” la trasparenza” da parte di tutti gli enti perché troppi misteri e cose non dette o dette in modo errato hanno fatto sì che tutti noi passassimo da carnefici agli occhi della gente!

Tutti eravamo consapevoli che sarebbe servito del tempo ... ma crediamo anche che ne sia passato abbastanza e ora VOGLIAMO DELLE RISPOSTE “CERTE”!

E nel frattempo, se fosse possibile, vorremmo ricevere ciò che ci spetterebbe di diritto non per vivere ma per “sopravvivere”!

I dipendenti della Residenza “la fontanella”

Fast News

Archivio video