tanti modi di amareAmare è un concetto ampio, che coinvolge varie sfere emotive e prende forma lungo l’intero cammino dell’individuo verso l’età adulta.

Attaccamento, abbandono, vergogna, affetto, condivisione, fiducia e libertà sono molte delle forme in cui l’amore può manifestarsi durante il corso della vita. È importante comprendere che tipo di amore si stia vivendo per intervenire sui meccanismi che generano conflitti e infelicità, ostacolando il raggiungimento di una condizione di equilibrio.

La dott.ssa Selena Ciardi, del portale Guidapsicologi.it - il sito web interamente dedicato alla psicologia - affidandosi alla bibliografia della dott.sa Attili, suddivide in modo specifico i variegati modi di amare, figli delle prime esperienze relazionali. È nei primi mesi di vita di un neonato che si costruisce l’idea dell’amore e di se stessi. Il rapporto con i genitori è determinante perché rappresenta l’imprinting che guiderà poi le prime esperienze relazionali di un individuo, che ne orienterà le scelte, gli atteggiamenti verso gli altri, le aspettative, andando a influenzare significativamente la vita affettiva e sociale.

Ogni tipo di amore si basa sulla percezione che si ha di sé, e su come si entra in relazione con il mondo esterno. La fiducia in se stessi, la conoscenza dei propri bisogni e dei propri desideri, la definizione della propria identità e la consapevolezza, sono gli elementi essenziali per intraprendere un percorso d’amore fondato sul rispetto reciproco e sulla confidenza, una relazione che arricchisce e che è motivo di crescita per il singolo così come per la coppia.

Vediamo insieme quali sono i tipi principali di amore, per riconoscerli e imparare a gestirli in modo costruttivo.

L'amore controllante e rabbioso

Si tratta di relazioni tossiche basate su un desiderio di possesso e di controllo. Le dipendenze affettive sono quasi sempre il frutto di prime esperienze relazionali, in cui prevale una forte confusione emotiva e una non congruenza tra i bisogni e l’ambiente esterno. L’individuo si sente amato in alcune circostanze e in altre completamente abbandonato.

L'amore distante

Frutto probabilmente di esperienze in cui a una richiesta di aiuto la persona ha ricevuto come risposta un rifiuto, oppure è stato ridicolizzato.

In queste circostanze molto probabilmente la persona svilupperà la convinzione che per evitare che le altre persone si allontanino è bene che risolva da solo le difficoltà, che celi i propri bisogni all'altro. Si sviluppa un'immagine mentale come persona non meritevole di cure, si sentirà molto probabilmente in difetto e inadeguata. Per ottenere qualcosa sceglierà di rinunciare oppure di prenderla con la forza, senza chiedere. I rapporti con i partner si baseranno per lo più sul piano sessuale che su un'affettuosa intimità per evitare il rischio di essere imbrogliato, ridicolizzato.

L'amore fiducioso

Si tratta di un amore equilibrato e maturo, frutto di sane esperienze relazionali. Probabilmente l’individuo ha sviluppato un’immagine mentale di se stesso come una persona meritevole di essere amata, senza essere invaso da ansie e in grado di confrontarsi. Nelle relazioni interpersonali, dunque, si sentirà libero di esplorare il mondo circostante senza il timore di essere per questo abbandonato.

Distory, il disco. In anteprima nazionale

Archivio video
grovigli mengtali