carabinieri autoAll’alba di oggi, in Porto Cesareo (LE), militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Campi Salentina hanno eseguito 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Lecce su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di altrettante persone indagate per “estorsione aggravata e continuata”, “minacce”, “danneggiamento aggravato” mediante incendi, “invasione di terreni” e “occupazione abusiva di area demaniale marittima”.
L’indagine, particolarmente complessa e articolata, ha consentito di documentare come gli indagati, tutti pregiudicati ed appartenenti ad un medesimo nucleo familiare, abbiano:
- fin dal 2008, operato un’occupazione abusiva di una vasta area demaniale insistente nella nota località turistica di Porto Cesareo, adibendola a parcheggio privato a pagamento capace di ospitare centinaia di auto di fruitori delle spiagge della zona. Tale occupazione, protrattasi in maniera continuativa nel corso degli anni, è consistita nell’adibire l’area in parcheggio per camper con l’installazione di impianti elettrici e servizi igienici improvvisati e con scarichi fognari a mare in violazione delle normative di settore, costituendo di fatto un’attività abusiva di lido con annesso parcheggio, con pretesa di pagamento fino a 5 euro ad autovettura da parte dei vacanzieri;
- nel tempo, cercato di impossessarsi materialmente anche di strutture balneari vicine, mediante reiterate minacce, violenze, danneggiamenti e atti intimidatori nei confronti dei legittimi proprietari, intimidendo anche la clientela.
L’attività investigativa si è sviluppata, essenzialmente, attraverso:
- numerosi servizi di osservazione, controllo e pedinamento, anche mediante riprese foto/video;
- l’escussione dei proprietari di autovetture costretti a pagare per accedere nell’area illecitamente gestita dagli indagati.

Scuola del Teatro Musicale – Tribute to Bohemian Rhapsody

Archivio video